TRAUMI DELLE TARTARUGHE

TRAUMI DELLE TARTARUGHE

Traumi cutanei tartarughe – Una delle problematiche per cui si vedono spesso le tartarughe dal veterinario sono le lesioni traumatiche cutanee e al carapace, soprattutto per quanto riguarda le tartarughe terrestri. Normalmente le lesioni più gravi e evidenti sono quelle a carico del carapace e del piastrone, di solito provocate da tosaerba e auto che passano sopra la tartarughe, anche se non mancano lesioni provocate da cadute dall’alto, da morso di cani o da schiacciamento magari per colpa dei cancelli elettrici.

Lesioni cutanee nelle tartarughe: cause

Molto frequenti sono le lesioni da accoppiamento, soprattutto a livello cloacale nelle femmine. Qui si possono vedere ulcere dovute ai continui tentativi di accoppiamento da parte dei maschi. Succede spesso quando ci sono troppe poche femmine rispetto ai maschi: molti pensano che basti una o due femmine a maschio, ma in questo modo il maschio finisce per danneggiare gravemente le femmine. Ci vanno almeno 5-6 femmine per maschio, di più, ma non di meno. In questi casi abbiamo infiammazione, cloacite, ulcere e complicanze batteriche secondarie. Inoltre non mancano le lesioni da morso sulle zampe, sulla coda e sul collo, queste anche in giovani maschi ad opera di tartarughe più adulte ed aggressive. Nelle Trachemys, invece, si vedono lesioni da morso sul collo provocate durante l’accoppiamento o lesioni provocate dagli scuti craniali del carapace.

Parlando di lesioni da morso, oltre che essere provocate da tartarughe durante l’accoppiamento o da tartarughe più grandi e più aggressive, ecco che non mancano le tartarughe che arrivano masticate dai cani. I veterinari si sgolano a furia di dire di non permettere ai cani di accedere alle tartarughe, ma “Tanto non gli fa niente, la guarda e l’annusa solo”… salvo poi arrivare di corsa disperati perché il cane non si è limitato ad annusarla, ma di punto in bianco ha deciso di sgranocchiarla. Frequenti anche le lesioni da morso provocate dai topi, soprattutto quando le tartarughe sono in letargo. Occhio che le lesioni di questo tipo possono essere così gravi da portare a morte la tartaruga e non è infrequente trovare la corazza vuota. Ovviamente anche qui non mancano infezioni secondarie. Anche corvi e falchi possono beccare le tartarughe provocando lesioni.

Inoltre le tartarughe possono ferirsi con spuntoni, filo spinato o margini taglienti, possono precipitare dall’alto se lasciate incautamente incustodite, possono essere schiacciate da qualcosa che cade, possono andare incontro a miasi..

In generale se vedete ferite su cute e carapace delle tartarughe, portatele subito da veterinario. A seconda della gravità verranno disinfettate, pulite, suturate, sottoposte a courettage chirurgico e alimentate forzatamente.